•  

     

    Politica di Investimento

    L’attività di investimento della Società sarà principalmente rivolta a società italiane non quotate di piccole-medie dimensioni, con equity value indicativamente compreso tra circa Euro 100 milioni ed Euro 400 milioni, con l’obiettivo strategico di supportarne lo sviluppo a livello internazionale (e specialmente negli Stati Uniti d’America). In particolare tale attività sarà focalizzata, e non limitata, su società dotate delle seguenti caratteristiche: società già presenti negli Stati Uniti d’America con necessità di espansione; società con presenza rilevante in Italia e/o Europa, con esigenze e/o opportunità di espansione negli Stati Uniti d’America attraverso operazioni di joint ventures e/o di M&A; società con un business consolidato in Italia o a livello internazionale che risulti adatto per una fusione con un operatore statunitense.

     

    In particolare, a titolo esemplificativo e non esaustivo, l’attività di investimento si focalizzerà su aziende operanti nell’intera catena del valore in settori che costituiscono eccellenze italiane, quali, ad esempio: media, farmaceutico, moda, lusso e macchine industriali.

    In ogni caso, sebbene i settori sopra indicati siano quelli di maggior interesse per la Società, al fine di poter cogliere le migliori fra le opportunità d’investimento presenti sul mercato, l’Emittente valuterà la possibilità e/o l’opportunità di indirizzare la propria attività di investimento anche verso società attive in settori diversi da quelli sopra indicati – con esclusione delle società attive nei settori dei servizi bancari, delle risorse energetiche naturali, del real estate –, in considerazione dell’interesse, delle prospettive e delle potenzialità di dette società.

    La Società intende effettuare la ricerca della società target con particolare – non esclusiva – attenzione ai seguenti ambiti:

    • Società a controllo familiare, a favore delle quali la Società può assicurare l’accesso alla quotazione, rappresentare una soluzione ai fini della raccolta di risorse finanziarie, garantire l’accesso a un team di professionisti di elevato e comprovato standing, fornire una soluzione ai problemi di governance della società o favorire le strategie di exit e apportare immediati e significativi capitali a supporto di ambiziosi piani di crescita, organica e/o per linee esterne;

       

    • Società appartenenti a portafogli dei fondi di private equity, in relazione alle quali la Società può rappresentare un’attrattiva per la politica di disinvestimento, garantire certezza nel processo e nei tempi di quotazione (essendo quest’ultima slegata dalle contingenti condizioni di mercato), e costituire una soluzione in caso di disaccordo tra l’imprenditore e gli investitori di private equity coinvolti nella società in merito alla strategia di exit;

       

    • società appartenenti a gruppi multinazionali o che siano oggetto di spin-off da questi.

    Target della Business Combination

    • Una piccola/media impresa italiana ben posizionata nel proprio settore di riferimento
    • Focus su società italiane dotate di tecnologie, prodotti o altri asset proprietari che possano beneficiare di un accesso strategico al mercato degli Stati Uniti
      • Presenza negli Stati Uniti, con necessità di espansione
      • Presenza rilevante in Italia/Europa, con opportunità di espansione negli Stati Uniti attraverso joint ventures / M&A
      • Business consolidato in Italia o a livello internazionale che risulti adatto per una fusione con un operatore statunitense
    • Minoranza qualificata o maggioranza: Equity value pre-money indicativo compreso tra Euro 100-400 mln
    • Focus settoriale (non esclusivo): media, farmaceutico, moda, lusso, macchine industriali
    • Potenziali esclusioni:
      • Settori: Real Estate, Servizi Finanziari, Energia
      • Tipologia: start-up, ristrutturazioni, financial turnaround
    • Operazione: fusione, acquisizione, aumento di capitale o operazioni similari

     

    Scarica “Politica di investimento” in formato PDF